Partire o Ri-partire

Che si Parta o si Ri-parta, Settembre è sempre un inizio, ma da un anno e più ormai stiamo vivendo sempre più spesso queste Ri-Partenze: dal Lockdown del 2020!

L’anno scorso ero alle prese con i “Borborigmi”

Nel 2018 scrivevo qualcosa di diverso

2021: tutti noi siamo attenti ai notiziari, alle informazioni su come potremo accedere o meno agli spazi al chiuso. Le attenzioni agli eventi, agli incontri, …
Il dott. Mencacci, mio docente all’epoca della mia formazione universitaria in tecnica della riabilitazione psichiatrica, afferma che nulla tornerà esattamente come prima della pandemia perché, spiega:

“(…) Quanto è accaduto ha cambiato profondamente la nostra vita. Ne ha cambiato le modalità lavorative, le relazioni sociali e affettive. Rispetto a questo grande cambiamento si muove un fiume carsico che non sempre emerge e sta corrodendo le nostre abitudini”.

(Tratto da: Salute Domani )

Onestamente questa partenza settembrina (organizzata ad agosto) mi trova motivata, con il piacere di cominciare e anche sempre con un po’ di eccitazione per un nuovo inizio. Questa volta sono anche avveduta, come il capitano di una nave che si trova pronto a “navigare a vista”: nel linguaggio politico, questa affermazione rimanda al cercare di destreggiarsi in determinate situazioni senza avere solide basi o validi punti di riferimento.

Ho così programmato incontri, eventi con una nuova energia più equilibrata e consapevole, forse “con un po’ di saggezza”!
Ma è pur vero che ogni giorno è un nuovo inizio . Quante sono le citazioni che ci accompagnano rispetto al tema degli inizi:


“Ogni momento è un nuovo inizio”

Thomas Stearns Eliot, noto come T. S. Eliot (1888–1965)

E così inizia un nuovo viaggio con un passo:


“Un viaggio di mille miglia deve iniziare con un singolo passo”.

(Lao Tzu)

E allora:

(…) Con te partirò
Paesi che non ho mai veduto e vissuto con te
Adesso sì li vivrò
Con te partirò
Su navi per mari che, io lo so
No, no, non esistono più (..)

Andrea Bocelli

Ti e Vi aspetto!

Eccovi due link per vivere insieme questo viaggio per terra, per mare, simbolicamente a “Lo Spazio”, iniziando questo settembre!:
Le attività settimanali
Gli incontri e gli eventi di Settembre

#BuoniGiorni

Elena

E se fossi…

Fine agosto si sta per chiudere l’estate ufficiosamente. 

Ufficialmente avremo ancora un mese (circa). 

Racchiuderei questa estate nell’ipotesi del “E se fossi…”.

Ci siamo tutti immedesimati o abbiamo ipotizzato, sognato, pensato che saremmo potuti essere… 

 ⚽️ Parte della   Nazionale di calcio, parte di quel gruppo che ci ha fatto sentire uniti dopo tanto tempo. Che forse ci ha fatto abbracciare, almeno con qualcuno, dopo tanto tempo… 

🤸🏿‍♂️🤸🏿‍♀️🤺🚣🏼‍♀️🥇🥈🥉 una-un atleta olimpionico, che si mette a nudo e mostra le sue fragilità, che sono quelle di tutti, perché dopotutto non siamo super eroi! 

🌳🌴🌱🌿 che potremmo essere tutti ambientalisti prendendo le distanze dai roghi, parlando di cosa fare domani per salvare il pianeta (peccato che per salvare il pianeta occorra agire adesso!).

🧕🏾👳🏾‍♂️ che potremmo essere cittadine e cittadini di Kabul,…. 

Abbiamo immaginato…. 

E se fossi… 

Ma poi siamo rientrati nella quotidianità, magari in vacanza, sereni, oppure con le problematiche del nostro quotidiano (anche nella quotidianità di tutti noi ci sono dolori e sofferenze). 

Ma siamo tornati a noi e al nostro vivere… lasciando gli altri al loro vivere…

E se fossi…

Leggevo un testo in cui si descriveva il comportamento altruistico degli animali. Un comportamento cooperativo che favorisce la selezione naturale di quegli animali che hanno appunto questo tipo di comportamento…, ovvero la perpetrazione di un allele altruista. 

E noi specie umana lo abbiamo mantenuto  e lo trasmettiamo “alla prole” questo allele altruista?!? 

E se fossi…

E poi è arrivata questa poesia del Maestro Thich Nhat Hanh e ho respirato! 

“Respiro”: una poesia di Thich Nhat Hanh dalla sua raccolta di poesie “Chiamami con i miei veri nomi” https://www.ubiliber.it/libri/chiamami-con-i-miei-veri-nomi/ 

Inspirando, mi vedo come un fiore.  

Sono la freschezza di una goccia di rugiada.  

Espirando, i miei occhi sono diventati fiori.  Per favore, guardami.  

Sto guardando con gli occhi dell’amore.  Inspirando sono una montagna, imperturbabile, ferma, viva, vigorosa.  Espirando, mi sento solido.  

Le onde dell’emozione non possono mai portarmi via.  

Inspirando, sono ancora acqua.  

Rifletto fedelmente il cielo.  Guarda, ho una luna piena nel mio cuore, la luna rinfrescante del bodhisattva.  

Espirando, offro il riflesso perfetto della mia mente-specchio.  

Inspirando, sono diventato uno spazio senza confini.  

Non ho più piani.  

Non ho bagagli.  

Espirando, sono la luna che sta navigando attraverso il cielo del massimo vuoto.  Sono libertà.

#BuoniGiorni

Elena

#riflessioni #elenafossati #lospazio #esefossi #consapevolezza #nazionaledicalcio #olimpiadi #kabul #thichnhathanh #mindfulness #respiro 

Momenti di consapevolezza, #mindfulmoment

Mi sono presa un momento per me, con mio marito e siamo stati sul lago di Garda, un luogo che io amo particolarmente per i suoi paesaggi variegati. In alcune zone sembra di essere al mare: le onde, i pini marittimi,… il caldo. In altre sembra di essere in montagna: l’acqua fredda, le montagne a ridosso del lago.
Questo grande lago con i suoi piccoli paesi che lo punteggiano e colorano.
In questi giorni abbiamo vissuto la calma, il piacere del silenzio, i luoghi, il cibo.

Spesso cerchiamo spazi dove ritirarci (certamente);
Altre volte vorremmo vivere vacanze in ambienti unici e particolari, mozzafiato (bellissimo).
In altri momenti vorremmo godere di una vacanza tranquilla e rilassata, un dolce fare niente.

Ho preso le giornate una alla volta, senza una vera e propria progettualità (alcuni progetti certo li abbiamo fatti, soprattutto per decidere le mete delle nostre escursioni), proponendomi di vivere le giornate nel presente, con i mei #mindfulmoment.

La mia camminata del mattino
I momenti per stare a casa a leggere
Fermarsi sulla panchina a guardare il panorama
Fare un bagno
Mangiare
Chiacchierare
Visitare posti nuovi
Stare in silenzio
Dormire

Ho condiviso sui social qualche foto e video dei momenti mindful vissuti nella settimana.

Quello che voglio condividere per te e per me ora che:

  • magari in questi giorni sarai in vacanza in qualche bellissimo luogo,
  • o forse sarai a casa,
  • oppure sarai al lavoro (ma con meno frenesia attorno, perchè altre persone sono in ferie e anche le città sono più vuote),…


Prenditi dei tuoi momenti di consapevolezza, con qualcosa di semplice; la consapevolezza non fa parte solo di grandi percorsi profondi di meditazione, ritiro, pratica, la consapevolezza è anche in cose semplici e che magari di “spirituale” sembra abbiano ben poco, come sedersi a bere un cappuccino.
Stai con questi momenti e vivili.
Questa modalità ti darà la possibilità di stare con il quotidiano in modo diverso. Sperimenta ora, durante questo mese di agosto che comunque, ovunque tu sia, è un mese particolare, sempre.

#Buonagosto con i tuoi #mindfulmoment

Elena

I miei #Mindfulmoment della settimana appena trascorsa:

La pace nel chiostro dell’abbazia di Maguzzano


Le nuvole nel cielo che vanno e vengono…
“Mi piacciono le nuvole: vanno e vengono, come i pensieri…. Mi piacciono anche i pensieri, consapevole che sono come le nuvole”. E.F.


La camminata mattutina con le forme e i colori… non soffermandomi sui nomi delle cose…


Guardare i vagoni di un treno imaginando di guardare i pensieri che passano… e io seduta ad osservare….


Ascoltare il respiro come le onde del lago…
Ascoltare i suoni e i rumori del porto…
Ascoltare i suoni e i rumori nella natura…
Guardare il lago e le esperienze da un altro punto di vista…

Leggere il libro scelto da portare in vacanza: “La sua sottolineatura della differenza tra essere indotti a pensare e sentirsi tirare fuori qualcosa di proprio che sta aldilà del pensiero è brillante e precisa: registra il passaggio da una percezione esercitata dal sé sui sassi alla percezione esercitata dai sassi sul sé.” (pag. 349, “Le antiche vie. Un elogio del camminare, Robert MacFarlane).
Accettare che tutto finisce, consapevole di essere attaccata a tante cose piacevoli e magari anche a cose/eventi spiacevoli…

#VirtualCare: Riflessioni con LinkedIn

Oggi ricevo una mail da LinkedIn che mi ha stimolata alla riflessione rispetto ai temi telemedicina, teleriabilitazione, uso di nuovi strumenti e tecnologie da parte di operatori e di centri per stare a fianco nella salute e nel ben-essere della persona.

Ho così scritto una mia riflessione che condivido con tutti noi!

#VirtualCare

#BuoniGiorni

Elena

Il rispetto del Shanga

Uno spazio di attività di gruppo

Oggi vorrei riflettere con voi sul Shanga, in lingua pali e in sanscrito, la comunità dei monaci, in un significato più allargato la comunità anche dei laici. 

Nel Buddhismo il terzo dei tre Gioielli (I tre Gioielli: Buddha, Dharma -gli insegnamenti-, Shanga).

È interessante perchè nel buddhismo si parla di rispetto del Shanga, il rispetto del gruppo di pratica in senso allargato, le risorse e il sostegno che da il gruppo di pratica, ma anche le responsabilità che si hanno nei confronti del proprio Shanga. 

Nello yoga c’è il temine Ashram, sempre in sanscrito, un luogo fisico per la pratica yoga, di meditazione, in senso lato sempre la comunità, una comunità spirituale guidata da un maestro. 

Anche per l’Ashram c’è sempre il rispetto del luogo che garantisce l’eliminazione di ogni forma di distrazione. 

Pratica Yoga a “Lo Spazio”

All’interno di queste pratiche si insegnano quindi il rispetto per se stessi, per gli altri, per lo spazio di pratica. 

In questi giorni mi sono trovata, in momenti diversi, a mediare (anche con fatica e sorpresa) queste situazioni di non attenzione, di non rispetto:

di non attenzione allo spazio di pratica (yoga, terapia, meditazione, attività per me stessa/o,…);  

di non rispetto per il gruppo di pratica (ci sono altri che fanno attività con me e che potrebbero non poterla fare come conseguenza di alcune mie azioni…) 

di non rispetto per il conduttore/la conduttrice della pratica che è presente per guidarci (che si rende disponibile…)

di non rispetto per se stessi, in primis, in quanto non si è più in sintonia con quanto diciamo e con ciò che facciamo (mi prendo un impegno, ma non mantengo il mio impegno e non mi accorgo che questo ha un costo per l’altro/a, un costo non solo economico,…). 

Nello scorso post scrivevo appunto di parole e azioni spesso non in relazione, non in sintonia tra di loro https://elenafossati.wordpress.com/2021/07/06/parole-e-azioni/

È vero è estate e gli inviti a fare altro, ad uscire, la voglia di vacanza prendono il sopravvento; è vero usciamo da un periodo confuso; è vero ci sono gli imprevisti… ma tutto ciò non può portare a mettere in ombra il nostro impegno, la nostra parola, il nostro comportamento.

Riflettiamo sul lavoro, l’amore, la fatica che le persone (anche tu e anche io) mettono per accogliere, preparare, aspettare me, te, gli altri ,… cosicché la prossima volta, prima di dire “ci sono”, ci ricorderemo che questa affermazione ha delle conseguenze e che il gruppo, il Shanga, l’Ashram è fatto da te, da me, da noi… e se tu o io non ci siamo non è più un gruppo! 

Praticare è impegno da parte di me, di te, di tutti noi. 

#BuoniGiorni 

Elena

p.s.: questo è un blog fatto da post per riflettere, non è un blog per giudicarci o giudicare 🧡

Parole e Azioni

Nel fine settimana mi sono ritrovata a seguire il “Festival dell’Italia gentile” organizzato da Daniel Lumera.

La parola Gentilezza è stata declinata in azioni “artistiche” diverse: musica, danza, poesia,…
La parola Gentilezza è stata analizzata da un punto di vista etimologico, scientifico, biologico, artistico…

🤔Oggi rifletto:
Quante volte mi ritrovo a non essere sintonizzata tra la Parola e l’Azione?
Quante volte ci troviamo in contraddizione tra Parola e Azione?

Viviamo in un mondo pieno di parole
Viviamo in un mondo pieno di azioni
Viviamo in un mondo dove molto spesso le parole e le azioni non sono in armonia, in relazione tra loro.

Invito me e tutti noi a sperimentare momenti dove mettiamo in relazione la nostra parola con la nostra azione!

#BuoniGiorni

Elena

Estate: uno spazio per la pausa

Se per il 21 giugno scrivevo “Una pausa dopo il solstizio”, ora è arrivato il mese di luglio e stiamo per entrare nella seconda parte dell’anno. Abbiamo trascorso questi primi sei mesi tra zone rosse, momenti più in casa che all’aperto, relazioni più a distanza che in presenza.
Ci siamo scritti e detti che avevamo voglia di stare insieme, rivederci, fare pratica, ma ora che sta per arrivare luglio sentiamo il bisogno di prenderci una pausa: una pausa dal lavoro, una pausa dalle attività di tempo libero, pianificate per la maggior parte online durante questo particolare anno e ora anche fatte in presenza,… una pausa dalla routine.

Già prendersi una pausa per non avere niente da fare (nemmeno la pratica yoga, o le attività di movimento, di ben-essere, di Mindfulness,…)! Prendersi una pausa non significa dimenticare ciò che per noi è diventata un’attitudine, uno stile di vita, un modo di essere.
Abbiamo però tutti bisogno di metterci in pausa, di fermarci … anche per prenderci uno spazio di distanza, per fare decantare quanto fatto e per comprendere che tutto ha una fine (anche le attività annuali che ci piacciono!).

In questo spazio di pausa potremo guardare i fatti diversamente e comprendere ciò che ci serve e ciò che abbiamo imparato, ciò che ci manca… In questo spazi di pausa potremo mettere in atto ciò che abbiamo acquisito nella nostra esperienza.

E dopo la pausa potremo ritrovarci per stare di nuovo insieme o potremo salutarci perchè per qualcuno/a sarà giunto il momento di sperimentare altre esperienze di vita!

Buona Pausa Estiva!
Io vi farò compagnia in questo spazio di riflessione e dialogo, proseguirò con il mio lavoro individuale e magari con qualche momento di gruppo per stare insieme in modo diverso!

#BuoniGiorni

Elena

Giorno d’estate

Chi ha fatto il mondo?
Chi ha fatto il cigno e l’orso bruno?
Chi ha fatto la cavalletta?
Questa cavalletta, intendo, quella che è saltata fuori dall’erba,
che sta mangiandomi lo zucchero in mano,
che muove le mandibole avanti e indietro invece che in su e in giù
e si guarda attorno con i suoi occhi enormi e complicati.
Ora solleva le zampine chiare e si pulisce il muso, con cura.
Ora apre le ali di scatto e vola via.
Non so esattamente che cosa sia una preghiera;
so prestare attenzione, so cadere nell’erba,
inginocchiarmi nell’erba,
so starmene beatamente in ozio, so andare a zonzo nei prati,
è quel che oggi ho fatto tutto il giorno.
Dimmi, che altro avrei dovuto fare?
Non è vero che tutto muore prima o poi, fin troppo presto?
Dimmi, che cosa pensi di fare
della tua unica vita, selvaggia e preziosa?

Mary Oliver

Una pausa dopo il solstizio

Domani 21 giugno Solstizio d’Estate, proprio all’alba alle 5:31 per la nostra metà del globo inizierà l’estate*.
Il sole sembra fermarsi per qualche giorno e le giornate sono più lunghe… “Naturalmente, il Sole non si muove (a meno che non si consideri la propria orbita attorno alla Via Lattea). Questo cambiamento di posizione nel cielo che notiamo sulla Terra è causato dall’inclinazione dell’asse terrestre mentre orbita attorno alla nostra stella, associato all’orbita ellittica del nostro pianeta”. – Cit. GreenMe https://www.greenme.it/informarsi/universo/solstizio-estate-2021-rinascita/

Anche il mio “(Lo) Spazio” sembra fermarsi… perchè freneticamente (!) tutti vogliono “prendersi una pausa” con vacanze, gite fuori porta,… – vedi https://elenafossati.wordpress.com/2021/06/13/contemplazione-vs-frenesia/
E così al 30 di giugno fermerò per due mesi i percorsi e le attività di gruppo, condotte dai miei colleghi,… Rimarrò presente con molti dei loro per incontri individuali e terapie, magari per qualche evento qua e là…
Sicuramente prenderò esempio dal Sole:
Mi fermerò un poco!
Poi riprenderò il mio viaggio… verso settembre.
Questo fermarmi mi permetterà di osservare, respirare e così potere agire con consapevolezza.

Ti invito a praticare questo esercizio/pratica/metodo derivato dalla Mindfulness:

S.T.O.P.
Un acronimo Inglese:
S = Stop (Fermati)
T = Take a breath (Fai un respiro/Respira)
O = Observe (Osserva)
P = Proceed (Procedi)

Quando procederai, entrare in azione sarà una risposta allo stimolo e non più una reazione automatica… perché fermandoti e respirando avrai trovato quello spazio che c’è tra lo stimolo e la risposta!

#BuoniGiorni

Elena

*Noi celebreremo il solstizio, celebrando lo Yoga in quanto il 21 giugno è La Giornata Internazionale dello Yoga e quale miglior modo di fermarsi?!?

http://www.lospazio.org

Contemplazione Vs Frenesia

Questa mattina durante la mia colazione Domenicale leggevo l’inserto del Corriere della Sera “La Lettura”. Mi sono fermata a riflettere sull’articolo di Carlo Bordoni “I neo frenetici”, ovvero la frenesia come reazione al periodo che stiamo vivendo con la frenesia di riprendere e recuperare il tempo che si era fermato: Bordini la chiama “frenesia da Covid-liberazione”!

Mi è subito venuto in mente un libro del 2013 del mio amato Anselm Grün, “Sereni nella frenesia del mondo”, dove ben 8 anni fa invitava i lettori e prendersi una pausa attraverso la meditazione per attraversare il mondo moderno così veloce e frenetico.

Ieri con un gruppo di partecipanti mi sono fermata a contemplare il respiro della natura. Una giornata all’aperto vissuta tra pratiche di Sky Gazing (fondersi, io direi contemplando il cielo), un “Nature Gazing”, usando la terminologia inglese… un fondersi nella natura, un fondersi con se stessi … diventare tutt’uno, quell’inter-essere da Thich Nhat Hanh definito e che anche la scienza conferma!

Interessanti condivisioni sulla quotidianità, sulla pratica del quotidiano, perché è qui che si pratica la Mindfulness e la meditazione per noi “persone ordinarie”, come direbbe Charlotte Joko Beck, che lavorano, portano avanti una famiglia, hanno relazioni.

Momenti di silenzio e un pranzo insieme facendoci portare dalla relazione e dalle parole consapevoli di ognuno di noi. (Giornata di ritiro presso Club Horses di Misinto).

La Contemplazione come risposta alla frenesia.

Grazie!

#Buonigiorni

Elena

#contemplazione #frenesia #LaLettura #CorrieredellaSera #CarloBordoni #elenafossati #meditazione #mindfulness #AnselmGrün, #CharlotteJokoBeck #ThichNhatHanh #interessere

Giugno e le fioriture!

Fiori che sbocciano

Domani sarà Giugno!

Questo è quanto sta accadendo … anche a me e a “Lo Spazio”.

Fiori che sbocciano, dopo una lunga attesa, una primavera “umile ” e lenta ad arrivare, che è arrivata con il suo tempo, il tempo delle stagioni, molto diverso dal nostro tempo dell’orologio e dai nostri ritmi socio-culturali!

Anche a “Lo Spazio”, che io abito, sta ri-fiorendo umilmente e io con lui!

Oggi una collega, Valentina Giordano, istruttrice di Mindfulness e Meditazione, mi ha fatto sovvenire che la parola UMILTÀ deriva da HUMUS…

L’etimologia della parola umiltà è da ricondursi al latino humus = terra, pertanto humilis = umile è colui il quale proviene dalla terra, sta in basso. Interessante ricordare che anche la parola uomo deriva dalla radice sanscrita bhu- che successivamente divenne hu- (da cui anche humus). Uomo significa quindi “creatura generata dalla terra, creatura umile “. L’umiltà, intesa come sentimento di piccolezza nei confronti della Divinità e dell’universo, è considerata da molte religioni una virtù fondamentale. Tratto da: https://www.etimoitaliano.it/2014/01/umilta.html

Il mese di Giugno, il mese del solstizio d’Estate, il mese della giornata internazionale dello Yoga, un mese ricco di eventi che ci riportano all’umiltà e alla terra con cui interagiamo, con cui siamo “INTERESSERE” come ricordo sempre ci sottolinea il grande e umile Maestro Tich Nhat Hanh.

Voglio condividere e chissà spero anche vivere con voi questi momenti di incontro con la terra, la natura e la fioritura di spazi e incontri nuovi!

L’AGENDA MIA E DI “Lo Spazio”:

Da domani 1 giugno finalmente inizieremo a vivere interamente “Lo Spazio”:

✔️1 Giugno MARTEDì KINESI FKT con Simone 18:30-19:30
✔️1 giugno MARTEDì Taiji con Eugenio ore 20:00-21:00
✔️Sospeso per FESTA DELLA REPUBBLICA 2 Giugno MERCOLEDÌ SESSIONE YOGA con Elisa
17:45-18:45
19:30-20:30
✔️3 giugno GIOVEDì piccolo gruppo di Neuro-psicomotricità con Noemi
16:00-17:00
✔️3 Giugno GIOVEDÌ SESSIONE YOGA con Maurizio
9:15-10:15 Gruppo Bolla
10:30-11:30 Gruppo Bolla
19:30-20:30 Gruppo Bolla
21:00-22:00 Gruppo Bolla + online

🌳 Il 12 Giugno per rimanere in contatto con la natura e la terra vivremo un ritiro aperto a tutti nel Parco delle Groane, a Misinto presso Club Horses, qui potete trovare tutte le informazioni con il programma e modalità di iscrizione: “CONTEMPLARE IL RESPIRO DELLA NATURA”

☀️ Il 19 Giugno due giorni prima del Solstizio d’Estate ci troveremo per la Danze Meditative con Marta; a questo link informazioni e costi.

Il piccolo albero di pere, donatoci da Unione Induista Italiana

🧘🏻🧘🏼‍♀️ Il 21 giugno giorno del Solstizio d’Estate e Celebrazione della Giornata Internazionale dello Yoga, vivremo per celebrare questo giorno un evento nel Giardino di “Lo Spazio” aderendo all’iniziativa “SEMINA, CRESCI, FIORISCI, MATURA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLO YOGA IYD 2021″ in collaborazione con Unione Induista Italiana. Presto il programma per la nostra GIORNATA INTERNAZIONALE DELLO YOGA.

Questo mese celebra anche l’ambiente – 5 Giugno- e gli Oceani – 8 Giugno.

E per non dimenticare quanto sia importante seminare, con i colleghi di “Lo Spazio”, riprendiamo il nostro progetto di volontariato educativo PCTO (ricordata come alternanza scuola lavoro) con gli studenti dell”Istituto Iris Versari.

#BuoniGiorni

Elena