Vacatio – Vacanza

Ieri una partecipante al ritiro Mindfulness, mentre ci salutavamo per la pausa estiva, ci faceva sorridere pensando al suono ambiguo di VACATIO (!), che avevo utilizzato per esprimere, con citazione latina (!!!) i propositi per questi giorni di pausa estiva. Eppure questo termine ci porta molto lontano… o forse molto in profondità ! 

Rifletto oggi:

Dal vocabolario Treccani: 

Vacatiovakàzzio› s. f., lat. – Vacazione, cioè vacanza, sospensione di qualche cosa, esenzione da qualche obbligo. In partic.: 1. Nel diritto romano, privilegio analogo all’immunità e consistente nell’esenzione dagli obblighi cui il civile o il militare sono, o possono essere, sottoposti. 2. Nel linguaggio giur., vacatio legis, il periodo di tempo che intercorre tra la pubblicazione di una legge sulla Gazzetta Ufficiale e la sua effettiva entrata in vigore, periodo che normalmente è di 15 giorni, ma può essere anche, se esplicitamente previsto dalla legge stessa, più breve o più lungo, oppure indeterminato (per es., quando l’entrata in vigore di una legge è condizionata dall’emanazione di un suo regolamento) o addirittura mancare del tutto (nel qual caso la legge entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione).

http://www.treccani.it/vocabolario/vacatio/

Da quando abbiamo avuto la possibilità di uscire di casa, riprendere a muoverci in luoghi diversi, anche fuori regione/nazione, le persone hanno iniziato ad andare via per i fine settimana, a volere uscire, andare lontano (nel possibile), ma hanno iniziato le vacanze? 

Certamente anche quest’anno alcuni/molti, non andranno in vacanza, nel senso lasciare la prima abitazione per trascorrere alcuni giorni presso strutture turistiche o luoghi “lontani”…  

Ma tutti mi auguro si prenderanno un po’ di VACANZA!

Vacanza, tratto da “una parola al giorno”: 

Va-càn-za

SIGNIFICATO Periodo di riposo; essere vacante, privo di titolare

ETIMOLOGIA dal latino: vacantia neutro plurale sostantivato di vacans, participio presente di vacare essere vuoto, libero.

La vacanza ci racconta all’orecchio un vuoto piacevolissimo, un vuoto che è libertà. Giorni vuoti dal lavoro, dallo studio, dai vari impegni quotidiani – in cui i ritmi possono rallentare, in cui si può dormire di più, fare quello che ci pare.

Purtroppo resta evidente la sua natura eccezionale, e anzi forse è un buon suggerimento: sarebbe meglio lavorare su tutti gli altri giorni ordinari affinché abbiano lo spazio per permetterci ciò che vogliamo, piuttosto che esiliarci ora nello svago ora nella frenesia.

Da ricordare che la vacanza riguarda anche ruoli e cariche, che si dicono appunto vacanti quando non ci sia nessuno che le ricopre.

Testo originale pubblicato su: https://unaparolaalgiorno.it/significato/vacanza

https://unaparolaalgiorno.it/significato/vacanza

Questa settimana si chiuderanno le attività di gruppo presso “Lo Spazio” www.lospazio.org e poi sarà possibile solo mantenere gli incontri individuali, compatibilmente con le VACANZE dei professionisti, ma indicativamente tutti quanti ci concederemo una “VACANTIA”, un poco di vuoto… un vuoto sicuramente diverso da quello del periodo di Lockdown.

Mi sono ripromessa di meditare, riflettere, stare con il vuoto, che, appunto fa parte dei percorsi meditativi e di pratica contemplativa: meditare sulla vacuità!

Interessante nel buddhismo questa fondamentale verità su come “le cose sono realmente” che viene chiamata “vacuità” o shunyata, in sanscrito.” 

“Quanto più esci da te e ti vuoti di te

Tanto più Dio fluisce in te con la sua Divinità”

– A. Silesius

#BuoniGiorni

Elena

Cosa mettere in valigia!

Cosa mettere in valigia: un piccolo bagaglio di semplici rimedi da mettere in valigia – Superfluonecessario, per una Estate Wellness!

Fermenti lattici sempre utili ce ne sono alcuni che sopportano anche le temperature e non vanno in frigorifero.

Olio essenziale tea tree (Melaleuca), utile per: 

funghi dei piedi, unghie,…

verruche,…

per problematiche alla bocca… 

per eritemi solari … 

lo potete unire a creme neutre o a acqua per sciacqui,… 

Arnica: 

lividi, problemi muscolari, punture di insetti…

Rescue Remedy: il mix dei fiori di Bach delle emergenze, utile se si ha paura di volare,… o per situazioni di emergenza. 

Collirio a base di eufrasia, malva,… per le giornate di sole e sabbia,….

Per mal di gola e gengive irritate: spray alla propoli. 

Zenzero in caramelline … per chi ha problemi di nausea e digestione.

Magnesio per ripristinare i sali,… (se vuoi puoi aggiungere anche potassio), soprattutto se sudi molto. 

Liquirizia per combattere la pressione bassa da caldo! 

E prima di fare il fai da te consulta un farmacista anche in vacanza! Oppure vai dal medico se ha problemi!!!!!

http://www.superfluonecessario.it/state-wellness-7-3-s/

http://www.superfluonecessario.it/fiori-da-tenere-in-valigia/

http://www.superfluonecessario.it/fiori-per-le-emergenze/

Buone vacanze

Elena 

“Lo Spazio” 

Dolce far Niente!

Vacanze: si viaggia, si fa vita da spiaggia, si va in montagna nel verde, si visitano le città di arte e cultura. Le riviste ci indicano esercizi da fare,… i locali ci invitano a fare le ore piccole, ma la parola vacanza etimologicamente significa periodo di riposo, giorni vuoti, un vuoto che è libertà. Giorni vuoti dal lavoro, dallo studio, dai vari impegni quotidiani, in cui i ritmi possono rallentare, in cui si può dormire di più, fare quello che ci pare.

Prendiamoci un tempo per oziare, momenti di Dolce far Niente, senza sentirci in colpa, ma godendo magari, seduti o sdraiati, di uno spazio per fermare la mente e il corpo per sentirci e per  riprendere le energie, guardando il cielo, l’orizzonte, o qualche animaletto. Oppure facendo una chiacchierata senza impegno, … magari con il vicino/a.

Buon Agosto!

Elena Fossati