Sofferenza

Il dolore è un dato di fatto scrivevo in questo articolo, la sofferenza a tutti gli effetti è qualcosa che va oltre il dolore, è un disagio, una inquietudine, qualcosa che pervade, invade, corpo, mente, emozioni, parola,… va oltre al dolore e forse rimane anche dopo il dolore!
Tutti entriamo in relazione con la sofferenza, ma ognuno la tratta in modo personale… simile, differente, ma in modo personale!

Nel Buddhismo è la prima “Nobile Verità”. Tutte le religioni, ma anche la filosofia, la psicologia, la medicina, le diverse tradizioni culturali,… trattano questa tematica: la sofferenza.

San Giovanni Paolo II scrisse la “LETTERA APOSTOLICA SALVIFICI DOLORIS”
L’ebraismo, l’induismo, lIslam la pongono come esperienza comune a tutti.

Ognuno cerca risposte, la risposta, la soluzione… in oriente e in occidente: forse la via per raggiungere la felicità!

Il prof. don Giandomenico Tamiozzo in questo breve scritto da una panoramica su “Il concetto di sofferenza nelle grandi religioni, nella Bibbia e nell’insegnamento della Chiesa”
Potrebbe essere interessante!

Questa mattina riflettevo, meditavo (scegliete voi il temine che più vi piace) sulla sofferenza: faticoso, vero (?!?), ma rimanendo nella pratica con empatia e compassione verso me stessa (!) ho scoperto delle interessanti verità, dei dati di fatto!

Sperimentiamo, riflettiamo, meditiamo,… con le nostre modalità, su questi temi, non per rovinarci le giornate, ma per inquadrare le cose nella giusta prospettiva, non sta a me dire quel sia per te/voi la giusta prospettiva!

#BuoniGiorni

Elena

Il Virus della Riflessione

In questi giorni tra ordinanze, azioni di buon senso e momenti di irrazionalità collettiva, mi fermo a riflettere, in una pausa “forzata” (consulenze interrotte, “Lo Spazio” chiuso alle attività di gruppo, aperto solo per le terapie, incontri individuali, se i clienti non disdiranno) e colgo questo anche come un’opportunità. 

Lunedì

Nessun bambino per la psicomotricità: i bambini sono a casa da scuola. 

State con loro. 

Uscite a fare un giro in bicletta. 

Leggete ad alta voce un libro che a loro piace 8non quello che piace a voi!).

Ballate insieme. 

E sfogliate insieme libri e quaderni di scuola, non perchè sia un obbligo, ma perché volete rivedere cosa è stato fatto fin ora (facendo anche i complimenti al vostro bambino). Facendo così ripasserà gli argomenti appena svolti!!!!

Martedì

Oggi non ci sarà Kinesi e non si praticherà TaiChi… Ma il movimento ci appartiene. 

Cogli l’occasione per non prendere la metropolitana, oppure se usi l’auto per parcheggiare in un luogo più distante e cammina.  

Camminare è la nostra prima azione di salute e benessere: qui di seguito due articoli, pubblicati in passato sul cammino, … ma ne troverete molti altri… 

https://elenafossati.wordpress.com/2016/04/20/camminare-fa-bene/

https://elenafossati.wordpress.com/2015/01/28/camminare/

Anche nel TaiChi/Taiji abbiamo la camminata che potremo fare oggi ritagliandoci uno spazio per noi. 

E poi magari leggere. Ecco un’intervista di qualche tempo fa al maestro Eugenio: https://elenafossati.wordpress.com/2018/04/18/tai-chi/ 

Mercoledì e Giovedì 

Non praticheremo yoga, ma le tue Asana preferite e magari qualche ciclo di saluto al sole e qualche respirazione consapevole e Pranayama, lo puoi fare!

Possiamo leggere e potete anche praticare meditazione! 

Un articolo su una donna grande o grande donna: http://www.yogajournal.it/tao-porchon-lynch/  

E un articolo di qualche anno fa: https://elenafossati.wordpress.com/2014/07/30/buone-vacanze-con-lo-yoga/ 

E sfruttiamo il web: https://www.youtube.com/watch?v=cZ1e2w-SpkU https://www.youtube.com/watch?v=URMsWiw8BVs

E tutti i giorni potremo prenderci un tempo, il nostro tempo per…

Meditare

Abbiamo bisogno di tanta Gentilezza Amorevole per noi e per gli altri:

https://elenafossati.wordpress.com/2017/04/05/gentilezza/

https://elenafossati.wordpress.com/2019/05/15/worldmeditationday2019/

Ma potete anche praticare meditazioni sulla compassione, il Tonglen e anche una buona camminata meditativa o meditazione camminata, perchè:

“Durante ogni tratto percorso a piedi, passeggiata, escursione o corsa, possiamo praticare la meditazione osservando, con il coinvolgimento della corteccia cerebrale, ciò che solitamente sarebbe governato dai livelli sottocorticali, generando così consapevolezza”

Maria Beatrice Toro

Inoltre, cogliendo l’occasione per studiare, grazie al tempo libero, ho deciso di approfondire un tematica, per l’educazione continua in medicina: l’antibiotico resistenza negli esseri umani, nel settore veterinario. La situazione italiana è da anni critica: gli italiani hanno in generale una scarsa percezione del rischio di antibiotico resistenza. Siamo uno dei paesi con il più alto utilizzo di antibiotici. Pensate che è stato creato un piano nazionale di contrasto all’antimicrobico-resistenza (PNCAR 2017-2020). 

Questo ci deve fare riflettere e non solo ora che abbiamo un’emergenza sanitaria. 

Ho tempo per leggere in questi giorni in merito a quanto si scrive, urla,… su questo virus! E dato che le relazioni sociali sono diminuite, abbiamo più tempo per stare sui social e proprio in queste ore di agitazione dobbiamo usare la Rete con spirito civico, facendo attenzione alle notizie che postiamo. 

Ecco perchè la card di ParoleOStili è qui di seguito da pubblicare sui nostri social! 

#BuoniGiorni con consapevolezza e pazienza o come dicono i saggi Buoni giorni di compassione supportata dalla saggezza!

Elena