Grazie da Fabriano

Grazie da Fabriano!

Card originale da Fabriano

 

Settembre 2017:

http://www.superfluonecessario.it/dipingere-e/

Settimana scorsa il postino consegna a “Lo Spazio” una busta: mittente FABRIANO.

Cosa conterrà?

Eccitazione, apro:
Un cartoncino, le decorazioni colorate che hanno accompagnato i poster pubblicitari di questo evento internazionale…

E poi… leggo….

Felice, sorpresa che il nostro evento abbia contribuito alla donazione alla fondazione The Big Draw.

L’arte fa bene a chi ne fruisce e a chi la fa… L’arte ci ha unito per imparare e sperimentare.
L’arte è arte!

Grazie a Fabriano!
“Lo Spazio” con Antonella e Elena

Elena Fossati
“Lo Spazio”

#TheBigDraw #TheBigDrawFabriano #TheBigDrawIsAllAround @Carta Fabriano @fabriano1264

https://fabriano.com/bigdraw/eventi/lo-spazio-del-segno/

 

Dipingere è….

“Dipingere è difficile se non sei una pittrice come Antonella Natalis…”.

Queste le prime parole di una partecipante all’evento organizzato con Fabriano per il The Big Draw.
La giornata ha smentito le sue parole e la partecipante ha cambiato idea!

Sabato 30 settembre, la giornata a Bovisio Masciago, per il The Big Draw, di cui vi abbiamo parlato nelle scorse settimane per prepararvi all’evento, e che Antonella testimonierà portando il suo punto di vista, quello della conduttrice del laboratorio.

Io vorrei soffermarmi invece sugli aspetti più psicologici, ma anche psico-affettivi e cognitivi del dipingere, senza entrare negli aspetti che appartengono all’ArteTerapia, ma sottolineando sicuramente gli aspetti terapeutici, guaritori,… del fare arte, del produrre, del creare, del liberarsi, del lasciare un segno.

L’uomo, la donna da sempre hanno avuto la necessità di lasciare un segno: i graffiti ne sono una testimonianza.
Il bambino, la bambina per maturare psico-corporeamente, come passaggio dopo la bocca come “teatro orale”, come luogo per conoscere il mondo; dopo la manipolazione, come spazio per toccare/sentire/contattare il mondo, arriva al tratto grafico, al lasciare traccia, a lasciare un segno. Lo osservate nei bambini, nel loro desiderio di utilizzare, anche per imitare l’adulto, penne, colori, matite,… il bambino, la bambina si sente gratificato nell’osservare il suo segno lasciato sul foglio (e a volte anche su altre superfici!).

L’adulto, che ha perso questa spontaneità, si sente invece, come sottolineava la signora prima dell’esperienza, più frustrato, perché giudica il suo prodotto.

Non è stato così sabato mattina con il gruppo di persone che ha vissuto l’esperienza con l’acquerello, tecnica impegnativa, ma ben vissuta dai partecipanti che hanno potuto giocare con la delicatezza e le sfumature del materiale, ma hanno anche potuto sperimentare che nella delicatezza ci può essere anche la forza e l’incisività, che a fianco della sfumatura ci può essere anche la forza del colore e che l’acquerello è anche questo!

Il sabato pomeriggio i bambini hanno dimostrato che il colore, la creatività e il corpo parlano!

Sicuramente il corpo è sempre il protagonista anche dei nostri quadri che tutti i partecipanti hanno portato a casa!

Lo abbiamo sperimentato preparando il nostro corpo a vivere questa esperienza!

 

Elena Fossati
“Lo Spazio”

Tutte le foto sono state scattate da Danilo e rielaborate da Antonella.
Grazie

L’evento è stato possibile grazie a
#TheBigDraw #TheBigDrawFabriano #TheBigDrawIsAllAround #CartaFabriano


Colorificio Decarli di Varedo

L’evento è stato patrocinato da:
Comune di Bovisio Masciago
Comune di Varedo
APID (Associazione Professionale Italiana DanzaMovimentoTerapia)
Associazione Cuore di Donna
“Lo Spazio”
Superfluonecessario

Approfondimenti:

http://www.superfluonecessario.it/arte-intesa-come-terapia/

http://www.cure-naturali.it/terapie-naturali-altro/1940/arteterapia/3891/a

 

#Lo Spazio, #Italianmarinepainter e #Fabriano cos’hanno in comune?

Un’iniziativa di cui vi lascio solo una piccola immagine e i dettagli tra pochi giorni…

 

manifesto A4

 

Intanto che cos’è:

tratto da https://fabriano.com/it/438/the_big_draw

Visita The Big Draw 2017

The Big Draw è un ente di beneficenza che promuove annualmente una campagna per il disegno quale linguaggio universale di apprendimento, espressione e invenzione. Questo si traduce in un grande festival di disegno con migliaia di attività, per lo più gratuite, che collegano persone di tutte le età con musei, artisti, spazi pubblici e privati. The Big Draw è pensato per chi ama disegnare, per gli appassionati che non lasciano la matita nemmeno in età adulta, ma è anche, e soprattutto, per chi è convinto di non poter disegnare… e si sbaglia! The Big Draw nasce in Inghilterra e raduna ogni anno 300.000 persone solo in territorio inglese, ma l’obiettivo è molto più grande: espandere la giornata del disegno in tutto il Mondo.
Fabriano sostiene il Festival del disegno portando il Big Draw in Italia

 

————————

Cos’è Big Draw

Amiamo il Disegno!

The Big Draw è un ente di beneficenza che promuove annualmente una campagna per il disegno quale linguaggio universale di apprendimento, espressione e invenzione. Questo si traduce in un grande festival di disegno con migliaia di attività, per lo più gratuite, che collegano persone di tutte le età con musei, artisti, spazi pubblici e privati.

The Big Draw è pensato per chi ama disegnare, per gli appassionati che non lasciano la matita nemmeno in età adulta, ma è anche, e soprattutto, per chi è convinto di non poter disegnare… e si sbaglia!

The Big Draw nasce in Inghilterra e raduna ogni anno 300.000 persone solo in territorio inglese, ma l’obiettivo è molto più grande: espandere la giornata del disegno in tutto il Mondo.

Fabriano sostiene il Festival del disegno portando il Big Draw in Italia.

 

 

 

 

#Lo Spazio di #Elena Fossati e #Italianmarinepainter ovvero io# Antonella Natalis…siamo parte di questo progetto superlativo !

Come?

Presto comunicazioni per voi!

 

Antonella Superfuonecessario.it