È Dicembre…

È dicembre! 

Un mese pieno di aspettative e di attività.

Grazie Dicembre per darci, attraverso il buio e l’avvento, il promemoria per rallentare e rimanere semplici.

Auguro a tutti noi una connessione profonda con tutto il nostro essere.

Auguro a tutti noi di godere di giorni di festa passati insieme in modo vero e profondo attorno a un tavolo, condividendo un pranzo o una cena, con ciotole di zuppa o tazze di tè in mano, con conversazioni ricche, profonde e vere.

È dicembre…

Mi ricordo della mia infanzia: la lettera a Gesù Bambino, a Babbo Natale, le decorazioni in casa, il profumo di Natale,… La neve i piedi freddi e bagnati, le canzoni natalizie cantate per un pubblico di angeli, cielo e stelle.

Caro mese di Dicembre,

mi inchino a te in segno di gratitudine. 

Guardo fuori dalla mia finestra all’alba,

Vedo la luna la sera… 

E respiro…

Dicembre: 

c’è tempo per ogni cosa e ogni cosa ha il suo tempo.

Darò gentilezza e amore a tutto ciò che mi è caro …

È Dicembre anche a “Lo Spazio” con iniziative particolari e con la pausa natalizia! (Saremo chiusi dal 23 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020):

SABATO 7 dicembre  

VENERDì 20 dicembre con Elena inizierà la proposta “MediTiAMo!?”, dalle 19:30 alle 20:30. Questo primo appuntamento sarà un momento ben augurale e di chiusura dell’anno. La proposta di meditazione è a offerta libera.  Se sei interessato/a ti invitiamo a rispondere a queste brevi domande per capire meglio come organizzare la proposta stessa: https://forms.gle/ocnuumnkL43soFv26 

DOMENICA 22 dicembre LA DOMENICA YOGA con Elisa (saluto natalizio yogico) dalle 9,15 alle 10,30.

Pausa natalizia per Corsi&Percorsi per adulti e bambini:  

  • Il gioco psicomotorio avrà il suo ultimo appuntamento lunedì 16 dicembre 2019 e riprenderemo lunedì 13 gennaio per proseguire con il nostro percorso. 
  • Kinesi terminerà martedì 10 Dicembre 2019 e riprenderà il 14 gennaio 2020
  • Taijichuan/TaiChi si concluderà martedì 17 dicembre 2019 e riprenderà il 7 gennaio
  • YOGA mercoledì si concluderà il 18 dicembre 2019 e riprenderà l’8 gennaio 2020
  • YOGA giovedì sarà fino al 12 dicembre 2019; riprenderà il 9 gennaio 2020 

A gennaio 2020 sarà in programma un seminario pratico e teorico di TaijiChi “Yin-Yang: il codice della vita”. Seminario aperto a tutti. Maggiori informazioni presto online sul sito www.lospazio.org  

#BuoniGiorni 

Elena

Ascolta e Ascolto!

Ascolta!

Domenica prenderò uno spazio per me…

Spesso chi lavora nella relazione di aiuto, per la cura della persona… si “dimentica” di avere bisogno di essere curata, curato! 

Siamo in un tempo e in uno spazio particolare: l’Avvento, per chi è Cristiano/Cristiana e milanese, è già iniziato, per gli altri inizierà proprio domenica 2 dicembre.

Per chi crede in altro questo è comunque un periodo speciale, perchè l’attesa del Natale è un’attesa per tutti! 

Domenica  prenderò uno spazio per me…

Che amo il corpo e il movimento…. E andrò a danzare da una cara amica e collega: Maria Angela Meraviglia. 

(Chi è Maria Angela Meraviglia)

Brochure Evento Danze Sacre e Meditative con Maria AngelaMeraviglia

Danzeremo guidati da lei per accendere la luce dell’Avvento, per crearci un tempo riflessivo,… per prepararci ad incontrare la Luce del Natale. 

Ascolto! Dunque sono:

Nel 2012 scrivevo in un piccolo e semplice libro con una capitolo sulle danze tradizionali e sacre: voglio condividere con voi i miei pensieri! 

La Danza in cerchio tradizionale e Sacra

Ascolto!

Domenica danzerò in cerchio per mano prendendo uno spazio per me e ritrovando una cara amica! 

 

Elena Fossati

“Lo Spazio”

 

Approfondimenti: 

Ascolto! Dunque sono di Elena Maria Fossati

https://ilmiolibro.kataweb.it/libro/medicina-e-salute/62127/ascolto-dunque-sono/

https://www.lafeltrinelli.it/libri/elena-m-fossati/ascolto-dunque-sono/9788891027139

https://www.ibs.it/ascolto-dunque-sono-libro-elena-m-fossati/e/9788891027139

Letture:

http://www.superfluonecessario.it/neuroni-specchio-conferenza/

http://www.superfluonecessario.it/relazione-corpo-mente/

18 giorni a Natale

Mancano 18 giorni a Natale!

Acqua calda, acqua fredda, tiepida,… Da bere…
Oggi vorrei parlare di acqua… E dei giorni che mancano al Natale…

Siamo creature ricche di acqua e l’acqua è fondamentale per la nostra vita! Per cui per prepararci al Natale ricordiamoci di “Sora Acqua”!

È importante bere… Pensate che è utile bere mezzo litro di acqua non fredda e lontano dai pasti per reidratarci in modo efficace … Dovremmo farlo tre volte al giorno… Totale 1litro e mezzo di acqua semplice… più caffè, tisane, l’acqua contenuta nei cibi…. Perfetto siamo in armonia e pronte per arrivare a natale con una bella pelle e depurate!
Utile svegliarsi e bere acqua a temperatura ambiente, oppure calda, se ci piace.

Buone e utili le tisane e i tea: ci sono i tea dell’avvento, tisane natalizie… Ricche di spezie riscaldanti e dal sapore avvolgente… Ci scaldano, energizzano, e ci fanno bere acqua…

Acqua per tonificare viso e corpo… Lavare il viso con acqua fresca, mentre siamo presenti a ciò che facciamo … Per svegliarsi bene al mattino…
Usare getti di acqua fredda-calda-fredda per le nostre gambe e le più coraggiose dalle gambe passare al corpo… (Metodo Kneipp)

Un bagno rilassante con gocce di lavanda o balsamico con gocce di eucalipto….

Una doccia che purifica dall’alto al basso portando via stanchezza, pensieri, tensioni… Anche per la doccia possiamo mettere qualche goccia di lavanda con il sapone … Oppure realizzare uno scrub con il sale…  – Vi invito a visitare la sezione Benessere e Salute per prendere idee e consigli…

Musica natalizia … Il nostro tea/tisana dell’avvento …

E mancano 18 giorni a Natale….

Buon Avvento!

Elena Fossati
“Lo Spazio”

4 Candele per Natale parte 3

Siamo arrivate alla quarta Candela e ultima delle nostre 4 Candele per Natale.

Quarta Candela:

tra poco sarà Natale…
accendo la prima candela… leggo la poesia
accendo la seconda candela mi fermo…
accendo la terza… mi muovo nella mia casa interiore o nella mia casa reale…
accendo la quarta…
ora uso il corpo … con questo brano e questi movimenti che si ripetono sempre uguali a se stessi:
Immagino e prendo il calore della candela e di andarlo a portare dentro di me dalla testa ai piedi, soffermandomi nei punti dove ho bisogno di portare questo calore, questa luce. Se fossi con altre persone… ora con le mie mani prendo questo calore e lo porto a chi ci sta vicino a me sempre partendo dalla testa fino ai piedi… poi prendo il calore della luce e lo porto a chi non è qui con me …
(Posso anche immaginarlo se mi imbarazzo…)
Ecco cosa accade quando viene vissuto con il corpo … io ve lo consiglio: clicca qui
Auguri di Buona Luce e di Buon Natale!
Elena Fossati

4 Candele per Natale parte 2

Eccoci qui siete pronte…

La terza Candela:
Accendo la prima candela e la seconda candela, della mia corona con le 4 candele per Natale, e ritrovo dentro di me lo spazio personale creato con la prima e la seconda candela.
Accendo la terza candela, posso reggerla tra le mani e passare per tutte le mie stanze di casa, o se questo mi imbarazza, posso tenerla fra le mani e immaginare di passare per ogni stanza della casa. Con l’aiuto della candela cerco cosa ho perduto nella mia casa interiore.
Magari ho perso il mio centro presa da 1000 cose…
Passando con la mia immaginazione, o realmente con i miei passi nelle diverse stanze di casa …, magari mi torna alla mente ciò che ho perduto:
nel soggiorno magari mi ricordo di avere perso la capacità di comunicare apertamente e con sincerità; oppure mi accorgo di avere smarrito la quiete…
nello studio, nel mio spazio mentale cosa ho perso, magari a causa dell’efficienza fine a se stessa? Forse con tante attività cerco di riempire…il mio vuoto…
Nella camera da letto: forse ho perso i sogni? Cosa sogno?

E così con la mia candela passo stanza per stanza della casa e della mia casa interiore… e mi accorgo che ritrovo ciò che ho perduto…

Buona Luce!

Elena Fossati

4 Candele per Natale parte 1

Mancano meno di tre settimane a Natale.
Antonella Natalis ci ha fatto interrogare sullo stile del nostro Natale

Oggi vorrei con voi condividere uno spazio diverso per prepararci al Natale, ma non solo, una modalità da utilizzare in qualsiasi momento ognuna di noi abbia bisogno di Luce.

La tradizione nordica parla di 4 candele dell’Avvento, 4 settimane di Avvento, per i credenti cristiani (di rito Romano) 4 settimane alla venuta di Gesù Cristo; per i laici 4 settimane al Natale.
In ogni caso questo tempo particolare invita tutti, tutte a soffermarci nel nostro intimo: il buio,… la ricerca di un percorso personale,… come ci direbbe Carl Gustav Jung!

Per i nordici abbiamo appena passato due settimane di avvento, due candele accese, nelle belle corone.

Perché non prendere spunto dalla tradizione realizzando la nostra corona dell’avvento, con 4 candele per Natale, dove soffermarci, una candela alla volta, per relativizzare tutto ciò che occupa i nostri pensieri: la casa, il lavoro,… solo per 1 minuto, come vi scrissi qualche tempo fa!

Oggi inizio a proporvi i primi due minuti, per la prima e seconda candela … poi nelle prossime settimane vivremo anche la terza e la quarta. A Natale avremo vissuto 4 minuti di silenzio per noi, 4 candele per Natale!

Creo un corona dell’avvento, basta anche deporre 4 candele in cerchio, oppure prendere un piatto e metterle in 4 punti, o possiamo creare qualcosa di creativo e speciale! È molto terapeutico perché fatto con le nostre mani!

La prima candela:

In silenzio, o con un brano musicale, in sottofondo, che crei per noi un’atmosfera di silenzio e meditazione, mi soffermo davanti alle candele spente: il buio, il silenzio. Posso prendere la prima candela nelle mie mani e posso accenderla. Dopo averla accesa mi soffermo leggendo questa poesia di Nelson Mandela:
“Ciò che temiamo maggiormente non è la nostra Luce,
bensì la nostra oscurità.
E quando lasciamo brillare la nostra Luce interiore, inconsciamente consentiamo agli altri di fare altrettanto.
Quando liberiamo le nostre paure,
la nostra presenza, automaticamente, libera gli altri”

La seconda candela:
Riaccenderemo anche la prima, ripetendo la poesia soprascritta. Avremo così per noi due momenti di silenzio, forse due minuti, due candele, più luce!
Accendo la seconda e resto lì, davanti, in silenzio, respirando e contemplando la sua luce: immagino che essa penetri dentro di me, illuminando i miei pensieri; incrocio le mani sul petto e immagino che lì nel mio cuore arrivi la sua luce e il suo calore. Magari ascolto, un brano evocativo, per esempio “Oiche chiun” – Enya

Buona Luce!

Elena Fossati