Buon viaggio con il Solstizio d’Estate

Buon viaggio con il Solstizio d’Estate

Care lettrici e cari lettori,

credo non ci sia miglior modo per salutarci, salutare il Blog e ringraziare Antonella Natalis per il lavoro fatto con un articolo conclusivo nei giorni del Solstizio d’Estate.

Questi sono giorni particolari e penso possa essere di buon auspicio salutare e lasciare andare il Blog in questi giorni pieni di energia e di luce. Sono anche i giorni più lunghi dell’anno.

E quindi prendo un po’ di luce di questi giorni per stare un po’ con voi!

Salutare per me il blog significa salutare un intenso lavoro fatto di ricerche e stimoli e di questo voglio ringraziare Antonella, la creatrice di questo spazio “Superfluo, ma Necessario” che mi ha dato l’opportunità di farmi creare e riflettere con voi attraverso parole, musica e immagini…!

In questi giorni Sole e Luna, Fuoco e Acqua, Luce e Ombra, Maschio e Femmina, Positivo e Negativo danzano insieme generando energie positive e benefiche per l’intero pianeta…
-Per approfondire:

La magia del Solstizio d’Estate tra paganesimo e cristianesimo: mito, storia e culti ancestrali

Vorrei quindi invitarvi in un giro di danze, sapete che sono una DanzaMovimentoTerapeuta, con la passione delle danze sacre e meditative!

Condivido con voi un  brano musicale che accompagna una danza in onore del Sole e della Luna

Questa danza nasce a Findhorn, coreografata da B. Wosien; egli ” (…) si senti ispirato nel creare nuove danze che con i loro movimenti evocassero simboli con dei significati ben precisi: in questa occasione fra l’altro creò la Danza del Sole e la danza della Luna”. Tratto da:

DANZE MEDITATIVE – MEDITAZIONE IN MOVIMENTO

(Ringrazio Joyce Dijkstra per il suo lavoro sulle danze sacre e meditative).

Vorrei anche che questo Blog, forse non così superfluo, ci/vi accompagnasse alla ricerca del bello, del particolare…

Ognuno di noi riprenderà il suo viaggio… sapendo che per un po’ lo abbiamo fatto insieme!

Buon Solstizio a tutte e a tutti! Buona Estate

Grazie ad Antonella, a tutti i colleghi e le colleghe che insieme a me hanno collaborato e soprattuto grazie a voi che lo avete animato, leggendo, facendo domande,… e invitandoci giornalmente a scrivere anche di ciò che ci piace.

Foto di Elena Fossati

Sapete comunque che io ci sono e sarò lieta di rispondere, parlare, con voi anche in altri modi!

Buon viaggio con il Solstizio d’Estate

GRAZIE!

Elena Fossati

“Lo Spazio”

P.S.: tutto il nostro lavoro rimarrà con voi!

Approfondimenti: Il Solstizio d’Estate

https://www.superfluonecessario.it/il-solstizio-destate/

 

Grazie da Fabriano

Grazie da Fabriano!

Card originale da Fabriano

 

Settembre 2017:

http://www.superfluonecessario.it/dipingere-e/

Settimana scorsa il postino consegna a “Lo Spazio” una busta: mittente FABRIANO.

Cosa conterrà?

Eccitazione, apro:
Un cartoncino, le decorazioni colorate che hanno accompagnato i poster pubblicitari di questo evento internazionale…

E poi… leggo….

Felice, sorpresa che il nostro evento abbia contribuito alla donazione alla fondazione The Big Draw.

L’arte fa bene a chi ne fruisce e a chi la fa… L’arte ci ha unito per imparare e sperimentare.
L’arte è arte!

Grazie a Fabriano!
“Lo Spazio” con Antonella e Elena

Elena Fossati
“Lo Spazio”

#TheBigDraw #TheBigDrawFabriano #TheBigDrawIsAllAround @Carta Fabriano @fabriano1264

https://fabriano.com/bigdraw/eventi/lo-spazio-del-segno/

 

Dipingere è….

“Dipingere è difficile se non sei una pittrice come Antonella Natalis…”.

Queste le prime parole di una partecipante all’evento organizzato con Fabriano per il The Big Draw.
La giornata ha smentito le sue parole e la partecipante ha cambiato idea!

Sabato 30 settembre, la giornata a Bovisio Masciago, per il The Big Draw, di cui vi abbiamo parlato nelle scorse settimane per prepararvi all’evento, e che Antonella testimonierà portando il suo punto di vista, quello della conduttrice del laboratorio.

Io vorrei soffermarmi invece sugli aspetti più psicologici, ma anche psico-affettivi e cognitivi del dipingere, senza entrare negli aspetti che appartengono all’ArteTerapia, ma sottolineando sicuramente gli aspetti terapeutici, guaritori,… del fare arte, del produrre, del creare, del liberarsi, del lasciare un segno.

L’uomo, la donna da sempre hanno avuto la necessità di lasciare un segno: i graffiti ne sono una testimonianza.
Il bambino, la bambina per maturare psico-corporeamente, come passaggio dopo la bocca come “teatro orale”, come luogo per conoscere il mondo; dopo la manipolazione, come spazio per toccare/sentire/contattare il mondo, arriva al tratto grafico, al lasciare traccia, a lasciare un segno. Lo osservate nei bambini, nel loro desiderio di utilizzare, anche per imitare l’adulto, penne, colori, matite,… il bambino, la bambina si sente gratificato nell’osservare il suo segno lasciato sul foglio (e a volte anche su altre superfici!).

L’adulto, che ha perso questa spontaneità, si sente invece, come sottolineava la signora prima dell’esperienza, più frustrato, perché giudica il suo prodotto.

Non è stato così sabato mattina con il gruppo di persone che ha vissuto l’esperienza con l’acquerello, tecnica impegnativa, ma ben vissuta dai partecipanti che hanno potuto giocare con la delicatezza e le sfumature del materiale, ma hanno anche potuto sperimentare che nella delicatezza ci può essere anche la forza e l’incisività, che a fianco della sfumatura ci può essere anche la forza del colore e che l’acquerello è anche questo!

Il sabato pomeriggio i bambini hanno dimostrato che il colore, la creatività e il corpo parlano!

Sicuramente il corpo è sempre il protagonista anche dei nostri quadri che tutti i partecipanti hanno portato a casa!

Lo abbiamo sperimentato preparando il nostro corpo a vivere questa esperienza!

 

Elena Fossati
“Lo Spazio”

Tutte le foto sono state scattate da Danilo e rielaborate da Antonella.
Grazie

L’evento è stato possibile grazie a
#TheBigDraw #TheBigDrawFabriano #TheBigDrawIsAllAround #CartaFabriano


Colorificio Decarli di Varedo

L’evento è stato patrocinato da:
Comune di Bovisio Masciago
Comune di Varedo
APID (Associazione Professionale Italiana DanzaMovimentoTerapia)
Associazione Cuore di Donna
“Lo Spazio”
Superfluonecessario

Approfondimenti:

http://www.superfluonecessario.it/arte-intesa-come-terapia/

http://www.cure-naturali.it/terapie-naturali-altro/1940/arteterapia/3891/a

 

#Lo Spazio, #Italianmarinepainter e #Fabriano cos’hanno in comune?

Un’iniziativa di cui vi lascio solo una piccola immagine e i dettagli tra pochi giorni…

 

manifesto A4

 

Intanto che cos’è:

tratto da https://fabriano.com/it/438/the_big_draw

Visita The Big Draw 2017

The Big Draw è un ente di beneficenza che promuove annualmente una campagna per il disegno quale linguaggio universale di apprendimento, espressione e invenzione. Questo si traduce in un grande festival di disegno con migliaia di attività, per lo più gratuite, che collegano persone di tutte le età con musei, artisti, spazi pubblici e privati. The Big Draw è pensato per chi ama disegnare, per gli appassionati che non lasciano la matita nemmeno in età adulta, ma è anche, e soprattutto, per chi è convinto di non poter disegnare… e si sbaglia! The Big Draw nasce in Inghilterra e raduna ogni anno 300.000 persone solo in territorio inglese, ma l’obiettivo è molto più grande: espandere la giornata del disegno in tutto il Mondo.
Fabriano sostiene il Festival del disegno portando il Big Draw in Italia

 

————————

Cos’è Big Draw

Amiamo il Disegno!

The Big Draw è un ente di beneficenza che promuove annualmente una campagna per il disegno quale linguaggio universale di apprendimento, espressione e invenzione. Questo si traduce in un grande festival di disegno con migliaia di attività, per lo più gratuite, che collegano persone di tutte le età con musei, artisti, spazi pubblici e privati.

The Big Draw è pensato per chi ama disegnare, per gli appassionati che non lasciano la matita nemmeno in età adulta, ma è anche, e soprattutto, per chi è convinto di non poter disegnare… e si sbaglia!

The Big Draw nasce in Inghilterra e raduna ogni anno 300.000 persone solo in territorio inglese, ma l’obiettivo è molto più grande: espandere la giornata del disegno in tutto il Mondo.

Fabriano sostiene il Festival del disegno portando il Big Draw in Italia.

 

 

 

 

#Lo Spazio di #Elena Fossati e #Italianmarinepainter ovvero io# Antonella Natalis…siamo parte di questo progetto superlativo !

Come?

Presto comunicazioni per voi!

 

Antonella Superfuonecessario.it

 

Da oggi sono a #Firenze. Simultanea Spazi d’Arte espone il mare #Italianmarinepainter

Un’offerta allettante: essere presente a Firenze.

Una Galleria in centro e un tema provocatorio e rinfrescante: “Il mare… a Firenze”

 

Vi aspetto!

Antonella – Italianmarinepainter

 

Simultanea Spazi d’Arte

Il mare…a Firenze

 

 

Giuseppe D’Auria / DadaRò / Paolo Lantieri / Franco Margari

Antonella Natalis / Massimo Rivenci / Davide Sigillò / Giovanna Sparapani

 

Dal 21 luglio al 4 agosto

 

 

Opening venerdì 21 luglio ore 18

 

Via San Zanobi 45 rosso – Firenze

 

 

Il programma espositivo di Simultanea Spazi d’Arte, realtà curatoriale ideata e diretta da Roberta Fiorini e Daniela Pronestì, entrambe storiche e critiche d’arte, si conclude, prima della pausa estiva, con una mostra dedicata al mare, con le sue luci, i colori e le molteplici suggestioni. Le opere degli otto artisti chiamati ad esporre – Giuseppe D’Auria, DadaRò, Paolo Lantieri, Franco Margari, Antonella Natalis, Massimo Rivenci, Davide Sigillò e Giovanna Sparapani – offrono diverse chiavi di lettura del tema marino, spaziando da un’interpretazione ora più vicina alla tradizione romantica della pittura di paesaggio – con accenti che vanno dal pittoresco al sublime – ora più incentrata sulla trasfigurazione in chiave onirica o astratta del dato naturalistico. Tempestoso, sereno, oscuro, luminoso, reale, immaginario, vissuto, sognato: diversi modi di raccontare il mare, esplorandone tutte le sfumature liriche, simboliche e surreali.  Tratto comune agli artisti coinvolti è la presenza costante di questo soggetto nel loro immaginario, anche se non esplicitamente espresso ma soltanto evocato nei rapporti di luce e colore. Si passa da cicli espressamente dedicati, come le fotografie di Massimo Rivenci (Horizon Time) e Giovanna Sparapani (Aspettando l’estate), alle opere pittoriche di Antonella Natalis e Davide Sigillò, artisti dediti quasi esclusivamente al tema marino. Da qui si procede con i colori e le atmosfere mediterranee di Paolo Lantieri, le trasposizioni astratte di Franco Margari, le sintesi geometrico – cromatiche di Giuseppe D’Auria e le creazioni oniriche della ceramista Daniela Iris Romano, in arte DadaRò. Una mostra che si propone, come espresso dal titolo, di “portare il mare a Firenze”: un’ipotesi insostenibile che lo sguardo dell’arte rende però possibile!

La mostra, con inaugurazione venerdì 21 luglio alle ore 18, si protrarrà fino al 4 agosto e sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 16.00 alle 19.00.

 

Simultanea Spazi d’Arte

Spazio curatoriale, Ass. artistico – culturale

via San Zanobi 45 rosso, 50129 Firenze

simultanespazidarte.blogspot.com       simultaneaspazidarte@gmail.com

 

Fb: Simultanea Spazi d’Arte e Simultanea Spazi d’Arte (Official English and Spanish)

Twitter: arte@simultanea   Instagram: simultaneaspazidarte

————————————————————————————————————————

 

Nato a Torre Annunziata (Napoli), Giuseppe D’Auria si dedica alla ricerca artistica dal 1961. Fino al 2008 è stato docente di discipline artistiche presso l’I.S.A. De Chirico di Torre Annunziata. Tra le attività più importanti: Gran Premio Internazionale della Stampa, Milano, 1975; Goethe Institut, Arti minime, Napoli, 1976; Rassegna Internazionale d’Arte pro UNICEF, Ercolano, 1986; Omaggio a Caravaggio, Malta, 1987/88; International Art Competition, New York, 1988. Tra le numerose mostre personali si ricordano: Sala degli Specchi, Centro Letterario del Lazio, Roma; Galleria L’Ariete, Bologna; Centro Studi Neapolis, Torre Annunziata; Atelier 147, Torre Annunziata; Galleria del Candelaio, Firenze; Gruppo Donatello, Firenze; Chiostro di San Francesco, Sorrento; Giffoni, Valle Piana; Studio Timi, Bovino; Variety, Galleria Spazio Porpora, Milano; Archipelago, Galleria The Ballery, Berlino. www.artedauria.it

 

Daniela Iris Romano, in arte DadaRò, è nata a Heidelberg, in Germania, nel 1960.  La sua formazione artistica avviene prevalentemente nel campo della ceramica, sia nell’ambito della produzione artigianale di tradizione sia nell’approfondimento delle tecniche ceramiche, seguendo maestri ceramisti come Ute Grossmann e Luca Tripaldi. Dal 2010 risiede a Conversano (Ba), dove vive e lavora. Nelle sue opere la terra dialoga con elementi trovati in natura, creando così riflessioni a metà tra il fantastico e il reale, luoghi di scoperta, di ascolto, di energia da utilizzare. Per la realizzazione delle sue opere DadaRo utilizza vari impasti ceramici, come porcellana, semirefrattario e gres, e diverse tecniche, come il Raku e le alte temperature. http://atelierdadaro.altervista.org/

 

Paolo Lantieri è nato a Messina e ha studiato all’Accademia di Brera a Milano. Risiede a Firenze, dove ha frequentato la scuola di Primo Conti all’ Accademia di Belle Arti e si è laureato in Architettura. Attivo sin dagli anni Sessanta, ha partecipato alle fiere di Bari, Palermo, Milano, Firenze, Vicenza, Padova, New York, Gent. Nel 1998 gli è stata assegnata la medaglia d’oro al III Salon des Arts en Méditerranée a Bastia, in Corsica, ed è stato invitato alle manifestazioni fiorentine Firenze oggi – arte in galleria, Novecento – i temi della tradizione figurativa, XIV Premio Firenze . Suoi lavori sono pubblicati su Arte Mondadori, sul Catalogo dell’Arte Moderna Italiana (Mondadori) e sul catalogo Ecom del 2000. www.paololantieri.com

 

Franco Margari vive e lavora a Firenze. Dopo un’esperienza in campo grafico, in cui ha sperimentato le tecniche incisorie, da vent’anni si dedica esclusivamente alla pittura. Presente in diverse fiere in Italia e all’estero, ha partecipato a numerose mostre collettive e presentato diverse personali, tra cui si ricorda nel 2004 al Museo Diocesano di Firenze, al Concorso Internazionale di Firenze (primo Premio Fiorino d’oro) e la mostra al Consiglio Regionale della Toscana. Il pittore ha partecipato, inoltre, alle Fiere d’Arte di Strasburgo, Pordenone, Padova, Reggio Emilia, Udine e Roma. Numerose sono le presenze in collezioni pubbliche. www.margarifranco.com

 

 

Nata a Milano (1971), Antonella Natalis si è formata nell’ambito della grafica pubblicitaria e dal 2004 lavora come consulente d’immagine e di comunicazione per alcune aziende milanesi. Si dedica alla pittura dal 2005, in un percorso che, iniziato con l’astrazione, l’ha vista recuperare progressivamente la realtà, incentrando la sua ricerca esclusivamente sul tema marino. Dal 2013 ad oggi, quaranta sue opere riunite nel ciclo aMARE sono esposte in permanenza presso La Limonera di Rovellasca (Co).  Ha esposto, inoltre, a Milano, Rimini e a Villa Bagatti Valsecchi di Varedo (MB), nell’ambito del concorso EXPOARTEITALIANA con la partecipazione in giuria di Vittorio Sgarbi. Nel 2013 ha aperto il blog www.superfluonecessario.it , un contenitore di idee e creazioni personali dove sono raccolte sia le immagini delle opere che le iniziative a cui ha preso parte.  www.italianmarinepainter.com

 

 

Nato a Padova, Massimo Rivenci inizia a lavorare come fotografo professionista in ambito pubblicitario; negli ultimi anni, la sua attività ha assunto un indirizzo artistico, partecipando a mostre collettive e personali sia in Italia (Treviso, Padova, Vicenza, Roma, Brescia) che all’estero (Germania). La sua ricerca è documentata in diverse pubblicazioni, come il CAM 52 (ed. Mondadori), la rivista Archivio, Italiani, catalogo d’arte contemporanea a cura di Vittorio Sgarbi (EA Editore) e l’e-book Art & Visual Culture 1100-1600: Medieval to Renaissance, promosso da Open University (ed. Kim W. Woods).   www.massimorivenci.com

 

Nato a Firenze (1978), Davide Sigillò ha iniziato a dipingere e disegnare sin da bambino. Giovanissimo, frequenta corsi di fumettistica e segue attentamente lo studio degli impressionisti francesi, rivolgendosi quindi alla produzione di Monet, Cezanne, Gaugin, Renoir. L’amicizia durata qualche anno con il maestro Sergio Scatizzi sono stati per lui di grande stimolo creativo e nutrimento artistico. Nel 2012 dipinge l’altare della Chiesa del Corpus Domini in Firenze, con 12 tavole disposte tra altare centrale e battesimale, opere poi spostate nel settembre 2014 in  altre chiese del nord Italia. Dal 2006 tiene varie mostre nella sua città e in Italia. Compie vari viaggi all’estero e per un periodo si trasferisce in Belgio. Numerose le mostre realizzate in questi anni, soprattutto in Toscana.  www.davidesigillo.eu

 

Giovanna Sparapani, laureata in Storia della Critica d’Arte a Firenze, da oltre un decennio si dedica alla ricerca in campo fotografico partecipando con i suoi lavori a mostre collettive e personali.  Ha esposto a Firenze, Fiesole, Milano, Livorno, Pontremoli, Prato, Bagno a Ripoli, Campiglia Marittima, Certaldo, Impruneta, Lastra a Signa, Pietrasanta, Piombino, Pomarance, Pontassieve, Volterra, Zyrardow in Polonia, La Costa in Argentina. www.giovannasparapani.it

 

 

 Per ulteriori info:

 

http://www.firenzetoday.it/eventi/il-mare-a-firenze-simultanea-spazi-arte.html

 

 

 

Affinità Elettive Raku

Condividere con un vasto pubblico e un linguaggio comune tematiche legate alla Salute e al Benessere.

Accorgersi che tutto è collegato… che tutto è armonia: Raku.

Ritrovarsi a manipolare argilla, creando opere uniche e speciali proprio come siamo noi: il Raku!

Così è accaduto Domenica 4 Settembre e accadrà Domenica 18 quando insieme andremo a colorare, cuocere e vivere il misterioso processo che rende unico un pezzo Raku.

Antonella Natalis ha pubblicato:

http://www.superfluonecessario.it/limportanza-della-manipolazione-tutte-le-etail-corso-raku-lo-spazio/

Io oggi come coordinatrice de “Lo Spazio” vi invito:

 Domenica 18 Settembre al Momento di Cottura della Ceramica Raku,
all’interno del 3^ Corso di Ceramica Raku condotto dal Maestro Enzo Cremone,
con la collaborazione dell’artista di Bovisio Masciago, William Ronchi e con l’artista Roberto Farina.
L’evento avrà luogo dalle 15,00.
Celebreremo inoltre la conclusione dell’estate.
Vi chiediamo conferma di partecipazione scrivendo a info@lospazio.org

Ci sarà anche Superfluonecessario!

Elena Fossati

“Lo Spazio”